A richiesta l’aspetto estetico dei prodotti Carpal, che noi utilizziamo, può essere migliorato attraverso un elaborata operazione di verniciatura che per pali di altezza fino a 7.800 mm viene eseguita a polveri poliestere.

Il processo di verniciatura a polveri poliestere si sviluppa nelle seguenti fasi:

1. Pretrattamento

- Processo Meccanico: avviene tramite granigliatrice automatica a getto modulabile con graniglia metallica sferica per l’asportazione delle impurità superficiali consentendo l’eliminazione di ossidi, residui di saldatura, grumi e ceneri.

- Processo Chimico di Fosfosgrassaggio: mediante lo sgrassaggio il materiale viene pulito da residui oli di lavorazione e successivamente con l’utilizzo di fosfatanti si consente alla vernice a polveri di avere un ottima tenuta aggrappante.

2. Verniciatura

- Termoasciugatura: processo che avviene in un tunnel a ventilazione controllata per far sì che i pali e gli accessori arrivino in cabina di verniciatura perfettamente asciutti.

- Verniciatura a polveri termoindurenti: processo che avviene in cabina WAGNER di ultima generazione completamente automatica e autopulente consentendo una perfetta distribuzione delle polveri fino a raggiungere 70/80 micron di spessore.

3. Polimerizzazione

- Cottura: in questa fase avviene la polimerizzazione in forno a temperatura costante di 190° per un tempo minimo di 50 minuti.

4. Controlli ed imballo

- Controlli: in questa fase il materiale ancora fissato all’impianto di verniciatura subisce un accurato controllo visivo mediante il quale si accerta che il materiale sia uniformemente verniciato, che non sussistano differenze di colore, bolle e cricche.

- Imballo: solo se verniciato perfettamente il materiale viene imballato singolarmente, mediante una speciale accoppiata di pluriball 90 gr + espanso da 2 mm, e successivamente imballato insieme agli altri mediante reggette in plastica.

Si hanno così doversi tipi di effetto: RAMATO, RAGGRINZITO, BUCCIATO, OPACIZZATO, ANTICO, SATINATO.